Amamaz. Le disavventure di un vitellone romagnolo

con Giampiero Pizzol e Giampiero Bartolini – elementi scenici Mirco Rocchi – regia Angelo Savelli

Nato dall’incontro fra il regista toscano Angelo Savelli e l’autore-attore romagnolo Giampiero Pizzol, Mi ammazzo, o in gergo felliniano Amamaz, è la divertente storia di un suicidio mancato, o meglio differito. Amamaz, è anche la storia dell’ambiguo rapporto che lega due personaggi alla loro  terra d’origine: la Romagna delle grasse sagre paesane e delle orde di villeggianti.

Due figure e due destini diversi uniti, solo per un breve momento, da un amore impossibile. La rappresentazione, tutta in italiano, tranne che nel titolo, è sempre in bilico tra allegria e nostalgia, solitudine e compagnia, realtà e fantasia.

Ricerca eventi

Cosa
Quando