L’anguilla rappresenta un enigma. È pesce ma anche altro, serpente, verme, mostro marino. La sua enigmaticità muove curiosità e diventa eco di interrogativi comuni a molti. La figura dell’anguilla spinge a perseverare nella ricerca, a prescindere da quanto tempo sia necessario o da quanto disperata sia l’impresa. La sua vita è un dilemma che spinge i ricercatori all’ostinatezza. Concerto al termine della residenza, a seguire incontro con gli artisti a cura di  Francesca Giuliani.

Comaneci: Francesca Amati, voce e piano – Simone Cavina, batteria – Glauco Salvo, chitarra e field recording – Mattia Coletti, tecnica del suono e registrazioni + Mara Cerri, video animazioni.

Cosa
Quando