Torna alla ricerca

Design! Oggetti, processi, esperienze

Gli archivi dello CSAC dell’Università di Parma custodiscono un immenso patrimonio sviluppato da diverse generazioni di designer che hanno definito la cultura del progetto italiano nel Novecento. La mostra, allestita in occasione di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21 con il sostegno del Comune di Parma e la collaborazione di GIA / Gruppo Imprese Artigiane di Parma, racconta i temi centrali del design attraverso una selezione di progetti emblematici. Curata da Francesca Zanella, l’esposizione si articola in due sezioni, aperte al pubblico in contemporanea in due diverse sedi.
La prima sezione, allestita all’interno della suggestiva Abbazia di Valserena (sede dell’Archivio-Museo CSAC), mette in mostra i progetti di designer italiani – quali Archizoom associati, Mario Bellini, Cini Boeri, Achille e Piergiacomo Castiglioni, Enzo Mari, Alessandro Mendini, Roberto Menghi, Bruno Munari, Alberto Rosselli, Roberto Sambonet, Ettore Sottsass – articolati attraverso tre parole chiave: oggetto, processo ed esperienza.
La seconda sezione, allestita a Palazzo Pigorini, intitolata “Corpi e processi” e co-curata da Valentina Rossi, presenta gli esiti della prima fase del progetto Storie di fili: tre nuovi abiti scultura di Sissi, ideati a partire da un confronto con gli archivi dello CSAC (in particolare con i figurini di Cinzia Ruggeri, Krizia e Brunetta, presenti in mostra) e realizzati da aziende del territorio, dialogheranno con i costumi della Sartoria Farani, anch’essi conservati allo CSAC, dando origine a una riflessione sul corpo, sull’abito e sul suo processo creativo e sartoriale.

Cosa
Quando