Torna alla ricerca

Giulietta

La scena è un circo, una pista da circo: al centro, Giulietta, in qualche modo inchiodata, come la Winnie dei Giorni felici di Samuel Beckett, come una farfalla raccolta da un entomologo e lì depositata. E intorno, tutti i suoi fantasmi, gli spiriti.

Da un’idea di Valter Malosti, una riscrittura per il teatro a cura di Vitaliano Trevisan del racconto di Fellini che prelude alla sceneggiatura del celebre “Giulietta degli spiriti”: una sorta di film semilavorato scritto dal regista riminese curiosamente tutto in soggettiva, come un flusso di coscienza della protagonista. Lo spettacolo ha vinto il Premio Hystrio per la regia.

Cosa
Quando