Torna alla ricerca

Il Museo d’Arte Cinese ed etnografico di Parma è aperto

Questa settimana, con le precauzioni e gli adeguamenti necessari, si sono riaperte le porte del Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di Parma. “Questa lunga chiusura – sottolinea Chiara Allegri – ha rappresentato un momento molto duro per i musei: a livello umano, sociale oltre che economico. E’ comunque stato utile per una riflessione che ponga l’istituzione del museo al centro della vita civile. Il museo deve essere motore di ricerca, didattica, relazioni, creatività.”

Frutto di un lungo percorso storico, ricco di materiali etnografici provenienti ben tre continenti – Asia, Africa e America Latina – il museo parmense rappresenta un contenitore artistico e documentario di eccezionale importanza. Tra le esposizioni permanenti, accanto alla collezione fatta di terrecotte, porcellane, paramenti, statue, dipinti, fotografie, oggettistica varia e monete rare provenienti dall’Estremo Oriente, vi sono oggetti del popolo Kayapò, un piccolo gruppo indio dell’Amazzonia che rappresenta le tante minoranze depositarie di un immenso bagaglio di valori. Fino al 31 dicembre invece il museo ospita la mostra temporanea “Mode nel mondo: i vestiti raccontano la vita dei popoli”, un vero e proprio atlante dell’abbigliamento.

Con la nuovissima app MuseOn, da scaricare in sede e che funziona senza wi-fi, si può visitare la collezione permanente e rimanere aggiornati sulle attività museali.

Cosa
Quando