Torna alla ricerca

La guerra lampo dei fratelli Marx

All’interno della rassegna di cinema all’aperto Una risata ci salverà organizzata a Ferrara dal Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, il 1° settembre verrà proiettato La guerra lampo dei fratelli Marx, il capolavoro del 1933 della celebre famiglia di comici che in Italia venne censurato per le sue allusioni a gerarchi fascisti (tra cui Balbo e Dino Grandi) e la critica al militarismo.

Nel film Groucho è il perfido ministro di uno staterello europeo che dichiara guerra a un paese vicino solo per il piacere di veder scatenare un inferno in terra. Ma ha fatto i conti senza due spie (interpretate da Harpo e Chico). L’umorismo dissacrante dei fratelli Marx anticipa l’atto d’accusa contro la guerra che Charlie Chaplin lanciò nel 1940 con “Il grande dittatore”.

Prima della proiezione del film, che avrà un costo di quattro euro, il Direttore e lo staff del museo faranno una breve introduzione sui temi trattati suggerendo letture di libri reperibili al MEISHOP.

Cosa
Quando