L'Appennino che suonava

Il nuovo film del regista reggiano è frutto di un’appassionata ricerca tra musica, ballo e tradizioni popolari, gioiosa «scorribanda etnomusicologica» alla quale Alessandro Scillitani ha lavorato negli ultimi due anni.

«Il film è un viaggio ideale nei luoghi dell’Appennino Reggiano in cui vissero e operarono i suonatori popolari tra fine Ottocento e metà degli anni Settanta» spiega il regista, che ha progettato e realizzato L’Appennino che suonava da un’idea di Bruno Grulli e coadiuvato dai musicisti Emanuele Reverberi e Paolo Simonazzi, dal fotografo Riccardo Varini e dal critico cinematografico Paolo Vecchi.

Italia, 2019 – regia di Alessadro Scillitani

Info e calendario aggiornato delle presentazioni: https://www.alessandroscillitani.com/

Ricerca eventi

Cosa
Quando