Torna alla ricerca

L’INFERNO: KRISTJAN JÄRVI, GIOVANNI SOLLIMA

#dalvivo

Nel programma di questo concerto all’insegna delle “Nuove musiche per Dante”: “Runic Prayer” di Kristjan Järvi, Suite n. 3 in do maggiore per violoncello solo di Johann Sebastian Bach, “Sei Studi sull’Inferno di Dante” e “Terra con variazioni” di Giovanni Sollima.

Sei Studi sull’Inferno di Dante per controtenore, coro e orchestra – con il controtenore Raffaele Pe – vengono eseguiti a Ravenna in prima assoluta. Composti su commissione di Ravenna Festival, vengono immaginati da Giovanni Sollima come un vero e proprio polittico sonoro, sei pannelli di un’unica grande pala: il primo è una sorta di contrafactum del celebre madrigale di Luzzasco Luzzaschi che intona i versi del III canto “Quivi sospiri ed alti guai”; il secondo affida invece al controtenore i passi del II canto “Io era tra color che son sospesi”, mentre nel terzo, tratto dal  XXV canto, le voci procedono in perfetta omoritmia; il quarto studio, sui versi del V canto, “Nessun maggior dolore”, torna alla voce solista del controtenore che si alterna al coro in forma responsoriale; gli ultimi due studi, infine, intonano con estrema libertà metrica alcuni passi tratti dal XXV canto

Kristjan Järvi, direttore – Giovanni Sollima, violoncello – Raffaele Pe, controtenore – Orchestra Giovanile Luigi Cherubini – Coro della Cattedrale di Siena “Guido Chigi Saracini” – maestro del coro Lorenzo Donati

Cosa
Quando