In Luciano, che ha debuttato al Festival di Terni nell’autunno 2017, Danio Manfredini continua ad esplorare il tema della coscienza. Lo spettacolo è il delirio di un folle tra pensieri, stati d’animo, suoni, visioni, voci lontane e presenze che rompono il silenzio e la solitudine: dai corridoi della psichiatria, il protagonista entra nel teatro della propria mente, intorno a lui si materializzano oggetti e presenze dell’immaginario.

La visione dello spettacolo, consigliata ad un pubblico adulto, è accessibile tramite un link inviato su richiesta via mail e attivo dalle ore 20 alle ore 24 della sola giornata di giovedì 25 febbraio.

Ideazione e regia di Danio Manfredini – con Ivano Bruner, Cristian Conti, Vincenzo Del Prete, Darioush Forooghi, Danio Manfredini e Giuseppe Semeraro – produzione La Corte Ospitale – coproduzione Associazione Gli Scarti, Armunia centro di residenze artistiche Castiglioncello – Festival Inequilibrio.

Cosa
Quando