Torna alla ricerca

Lucrezia Borgia

La regia del giovane Bernard disegna un Rinascimento oscuro, regno di maschilismo violento, dove Lucrezia Borgia è destinata a soccombere. Laddove la letteratura la presenta come una perfida tessitrice di crudeli delitti, Bernard, in una scena minimalista, ce la racconta come una donna imperfetta, in primis madre…

Melodramma di Felice Romani – musica di Gaetano Donizetti – nuova edizione critica a cura di Roger Parker e Rosie Ward – regia di Andrea Bernard – Orchestra Giovanile Luigi Cherubini diretta da Carla Delfrate a Reggio Emilia e da Riccardo Frizza a Piacenza – Coro del Teatro Municipale di Piacenza – maestro del coro Corrado Casati – scene di Alberto Beltrame – costumi di Elena Beccaro – luci di Marco Alba – movimenti coreografici di Marta Negrini – coproduzione Fondazione Teatro Donizetti di Bergamo, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione Ravenna Manifestazioni e Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste.

Interpreti a Reggio Emilia: Marko Mimica, Francesca Dotto, Francesco Castoro, Varduhi Abrahamyan, Manuel Pierattelli, Alex Martini, Roberto Maietta, Rocco Cavalluzzi, Edoardo Milletti e Federico Benetti || Interpreti a Piacenza: Mattia Denti, Carmela Remigio, Francesco Castoro, Giuseppina Bridelli, Manuel Pierattelli, Alex Martini, Roberto Maietta, Daniele Lettieri, Rocco Cavalluzzi, Edoardo Milletti e Federico Benetti.

Cosa
Quando