Torna alla ricerca

Mode nel mondo: i vestiti raccontano la vita dei popoli

L’abbigliamento è una vera e propria forma di comunicazione codificata e facilmente interpretabile a livello sociale: grazie all’abbigliamento e agli ornamenti si può intuire, in qualsiasi popolo, l’appartenenza a una tribù, uno stato sociale, un’etnia. Questa esposizione offre dunque la possibilità di leggere tante storie, impreziosite dai busti sartoriali in lino e manichini bimbo realizzati da Bonaveri, leader mondiale nella creazione di manichini d’eccellenza.

Visitabile fino al 31 dicembre, la mostra temporanea “Mode nel mondo” si presenta come un vero e proprio atlante dell’abbigliamento: spazia dalla Cina della tradizione taoista all’Indonesia della cultura batak, e ancora al Giappone, al Sudan, al Ghana, al Burkina Faso, al Bangladesh, al Camerun, al Congo, alle popolazioni amazzoniche.

Durante la visita, dovrà essere indossata la mascherina (a chi ne sarà sprovvisto verrà fornita dal Museo) e dovrà essere mantenuta una distanza minima di due metri tra un visitatore e l’altro. Ogni locale sarà poi dotato di dispenser per la sanificazione delle mani. In questa fase le visite guidate (in lingua italiana, francese e inglese) saranno possibili per piccoli gruppi di massimo sei persone previa prenotazione e non si terranno i laboratori per bambini, ma sono in cantiere format on-line dedicati.

Cosa
Quando