Mosca-Petuski: poema ferroviario

“Uscito dalla stazione Savelskaja avevo bevuto per cominciare un bicchiere di vodka del Bisonte perché so per esperienza che, come decotto mattutino, il genere umano non ha ancora inventato niente di meglio”: parte così “Mosca-Petuški. Poema Ferroviario”, romanzo di Venedikt Erofeev, libro tra i più letti alla fine dell’era sovietica, quando circolava solo clandestinamente. Giovedì 14 febbraio 2019, alle 21, nell’Atelier Sì di Bologna, lo scrittore emiliano Paolo Nori, che lo ha tradotto per l’editore Quodlibet, ne propone alcuni brani.

Ricerca eventi

Cosa
Quando