Torna alla ricerca

Sguardi in macchina "Sul set, tra gioco e seduzione"

Dal 13 al 29 settembre le foto del fondo CliCiak-Scatti di Cinema del Centro Cinema Città di Cesena saranno protagoniste al Si Fest, la rassegna di fotografia che per il ventottesimo anno consecutivo si svolge a Savignano sul Rubicone.

In particolare, una selezione di 30 foto sarà esposta nella mostra “Sguardi in macchina. Sul set tra gioco e seduzione” curata da Antonio Maraldi del Centro Cinema Città di Cesena.
Nonostante una delle regole del racconto cinematografico vieti severamente di guardare in macchina, sono tante le eccezioni. E proprio questi momenti rari e autentici, in cui l’interprete esplicita il suo sguardo nell’obiettivo della macchina fotografica, sono immortalati dalla fotografia di scena.
Accanto a questo tipo di foto, ben codificato, “ne esiste un altro, più raro e dai confini più labili, che si muove in due direzioni – spiega Maraldi – La prima riguarda lo scatto in cui è richiesta la complicità dei personaggi fotografati (registi, attrici, attori, tecnici e comparse), i quali si lasciano ritrarre quasi come in un gioco, e non raramente con ironia. La seconda ha per oggetto la foto rubata, in cui l’abilità del fotografo riesce a cogliere l’attimo di uno sguardo che incrocia quasi casualmente il proprio, cercando di catturane il fascino o l’intensità”.

La mostra tiene in considerazione queste tipologie di immagini, non così frequenti, pescando dal fondo di “CliCiak”, il concorso per fotografi di scena arrivato quest’anno alla 22a edizione, composto da oltre 25.000 stampe sul cinema italiano contemporaneo.
Ne sono autori alcuni tra i maggiori fotografi di cinema, di diverse generazioni come Paolo Ciriello, Mario Spada, Anna Camerlingo, Alberto Novelli, Angelo R. Turetta, Chico De Luigi, Gianni Fiorito, Loris T. Zambelli e Umberto Montiroli.

Nei prossimi mesi numerosi gli appuntamenti a cui parteciperà il Centro Cinema Città di Cesena , con mostre realizzate a partire dai materiali fotografici dei vari fondi, che saranno visitabili a Magdeburgo, Seoul, Montpellier, Villerupt e Tolosa.

Cosa
Quando