Swans_1 fa parte del progetto “Swans never die”, un viaggio tra storia e memoria della danza che s’interroga sulla “eredità” di un’opera coreografica e invita il pubblico e gli artisti a pensare a “La morte del cigno” – considerata pietra miliare della storia della danza occidentale dell’inizio del XX secolo – come un’opportunità per conoscere le molte forme della sua esistenza nel tempo, da quando fu coreografato da Michel Fokine per Anna Pavlova nel 1905.

La serata Swans_1 vede protagoniste le creazioni di Chiara Bersani, Philippe Kratz e Silvia Gribaudi. Lo spettacolo sarà seguito da un dialogo aperto tra gli artisti e il pubblico.

L’ANIMALE: coreografia e danza di Chiara Bersani – scena e luce di Valeria Foti – con la collaborazione di Richard Gargiulo e Sergio Seghettini – drammaturgia vocale di Francesca Della Monica – produzione corpoceleste c.c.0.0 # – coproduzione Operaestate Festival/CSC, Fabbrica Europa, Bolzano Danza |TanzBozen, Gender Bender Festival

OPEN DRIFT: coreografia di Philippe Kratz – performer Antonio Tafuni e Nagga Giona Baldina – musica originale Borderline Order – su commissione del Festival Operaestate di Bassano del Grappa

PESO PIUMA: di e con Silvia Gribaudi – musiche di Nicola Ratti – con la collaborazione di Associazione Culturale Zebran – performance ispirata alla prima versione di “La morte del cigno” creata dal coreografo Michel Fokine e danzata da Anna Pavlova

Swans never die è un progetto ideato e realizzato da: Lavanderia a Vapore – Centro di Residenza per la Danza; Operaestate Festival Veneto e Centro per la Scena Contemporanea CSC Bassano del Grappa; Triennale Milano Teatro; Fondazione Teatro Grande di Brescia; Festival Bolzano Danza – Fondazione Haydn; Il Cassero LGBTI Center – Gender Bender Festival; Mnemedance; Università degli Studi di Torino – Corso di laurea in DAMS.

Cosa
Quando