Torna alla ricerca

Tra simbolismo e futurismo. Gaetano Previati

Sospesa come un ponte tra Ottocento e Novecento, la figura di Gaetano Previati ha avuto un ruolo fondamentale nel rinnovamento dell’arte italiana alle soglie della modernità. Il pittore ferrarese è considerato un erede della tradizione romantica, un interprete delle poetiche simboliste e, per la sensibilità visionaria e sperimentale della sua pittura divisionista, un anticipatore delle ricerche d’avanguardia futuriste. In occasione del centenario della sua morte Ferrara gli rende omaggio con questa mostra, organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, proponendo la rilettura di alcuni degli aspetti più innovativi della sua ricerca artistica. La rassegna presenta al pubblico più di sessanta opere, accostando olii, pastelli e disegni delle collezioni civiche ferraresi ad un notevole nucleo di opere concesse in prestito da collezioni pubbliche e private. L’esposizione, articolata in undici sezioni, è accompagnata da un catalogo illustrato edito da Fondazione Ferrara Arte Editore a cura di Chiara Vorrasi e dal corredo di importanti documenti inediti dell’Archivio Eredi Alberto Previati.

Inaugurata prima del lockdown e chiusa a causa dell’emergenza Coronavirus, la mostra riaprirà non appena sarà terminata la valutazione delle normative e dell’andamento della situazione post lockdown. Oltre all’esposizione, sono sospese anche le iniziative collegate alla mostra; però, in attesa della riapertura del Castello Estense, restano disponibili i contenuti online e attive le proposte didattiche e culturali a distanza.

Per informazioni più dettagliate: www.castelloestense.it

Cosa
Quando