TEATRO RUGGERO RUGGERI

Costruito nel 1671 su disegno di Antonio Vasconi e su ordine di Ferrante III, duca di Guastalla, questo teatro è uno dei dieci più antichi d’Italia, secondo in Emilia-Romagna, per data di nascita, solo a quello di Carpi. Al finanziamento concorsero alcuni sudditi benestanti, che ricevettero in cambio il diritto ai loro posti in sala, mentre la scelta delle rappresentazioni da mettere in scena spettava a tre soprintendenti appositamente nominati. Tra gli spettacoli di cui si ha notizia certa il primo è il dramma in musica “Il Trionfo dell’Innocenza”: 31 maggio 1707.
Chiuso sul finire del Settecento per inagibilità, fu ripristinato dall’architetto Antonio Paglia e rinaugurato nel novembre del 1814, in occasione della Fiera di Santa Caterina. Nel 1926 è stato intitolato all’attore Ruggero Ruggeri, cittadino onorario, più volte interprete acclamato su questo palcoscenico.

Il restauro del 1965 ha cancellato l’aspetto ottocentesco sostituendo i vecchi palchetti con una balaustra che nei primi tre ordini è inframezzata da divisori, ma ha mantenuto, oltre alla pianta a ferro di cavallo, l’originale assetto seicentesco della semplice facciata.
Gestito dal Comune di Guastalla, ospita rappresentazioni di prosa, opera lirica, balletto, musica sinfonica e da camera.

Indirizzo

Via Verdi, 7 - 42016 Guastalla (RE)

Contatti

Telefono
0522 839757-58-55
E-mail
info@teatroruggeri.it
Web

Scheda

Anno di costruzione
1814
Anno inizio attività
1814
Secolo costruzione
XVII
Sale
1
Posti
400
Proprietà
Pubblico
Programmazione
PROSA, CONCERTI, TEATRO RAGAZZI
Dati storici
Link scheda IBC

Mappa

TEATRO RUGGERO RUGGERI - Via Verdi, 7 - 42016 Guastalla (RE)
Visualizza su google maps
tratto da "Churchill, il vizio della democrazia" di Carlo Giuseppe Gabardini - regia di Paola Rota - con Giuseppe Battiston e Maria Roveran - produzione Nuovo Teatro
02/02

Le signorine

di Gianni Clementi - regia di Pierpaolo Sepe - con Isa Danieli e Giuliana De Sio - produzione Nuovo Teatro
di Nicola Bonazzi e Mario Perrotta - con Mario Perrotta - e con le voci registrate di Peppe Barra, Ferdinando Bruni, Ascanio Celestini, Laura Curino, Elio De Capitani - produzione Teatro dell’Argine
Cosa
Quando