Forlì open music - 2019

Torna il FORLÌ OPEN MUSIC, festival che si è fin da subito distinto dentro e fuori i confini nazionali per la sua trasversalità rispetto a vari mondi musicali; intenzionalmente la musica della tradizione storica si intreccia con quella del presente, in un’azione progettuale dalla forte connotazione divulgativa.

Questa identità si sposerà nella edizione 2019 a un’altra connotazione forte, come lo è il Festival di Musica Contemporanea Italiana, che viene accolto all’interno del FOM, altro evento creato da Area Sismica con lo scopo di divulgare le opere e l’arte di compositori e interpreti nati e formati nel nostro paese, giunto alla nona edizione.

Forlì Open Music intende offrire al pubblico non un evento funzionale e con il solo scopo di intrattenere, ma vuole fare entrare in contatto chi ha qualcosa di vero da dire con chi ha voglia di ascoltare, di scoprire, indipendentemente dalle proprie passioni musicali. Anche per questa edizione sono stati invitati artisti considerati internazionalmente le punte di diamante dei rispettivi ambiti musicali, ma molto vicini, quasi compenetranti, tra loro, al di là di ogni etichetta.

Nella stupenda cornice del San Giacomo, ora dotato di un trattamento acustico definitivo, luogo di identità cittadina per storia passata e utilizzo presente, la musica diviene soggetto primario di condivisione.

Il programma di quest’anno abbraccerà altre forme d’arte, con la mostra fotografica di Ziga Koritnic e la presentazione del suo monumentale libro “Cloud Arrangers” che apriranno il Festival, e la letteratura, con la presentazione del libro postumo “Non abbastanza per me” di Stefano Scodanibbio, contrabbassista virtuoso e compositore che ha illuminato il panorama musicale degli ultimi trent’anni.

Cosa
Quando